Piani Urbani Integrati (general project)

Descrizione della misura

L’intervento Piani urbani integrati è dedicato alle periferie delle Città Metropolitane e prevede una pianificazione urbanistica partecipata, con l’obiettivo di trasformare territori vulnerabili in città smart e sostenibili, limitando il consumo di suolo edificabile. Nelle aree metropolitane si potranno realizzare sinergie di pianificazione tra il Comune “principale” ed i Comuni limitrofi più piccoli con l’obiettivo di ricucire tessuto urbano ed extra-urbano, colmando deficit infrastrutturali e di mobilità. Gli interventi potr...
anno anche avvalersi della co-progettazione con il Terzo settore ai sensi dell’art. 55 decreto legislativo 3 luglio 2017 n.117 (Codice del Terzo settore, a norma dell’art.1, comma2, lettera b) legge 6 giugno 2016, n.106) e la partecipazione di investimenti privati nella misura fino al 30 per cento. Obiettivo primario è recuperare spazi urbani e aree già esistenti allo scopo di migliorare la qualità della vita promuovendo processi di partecipazione sociale e imprenditoriale. I progetti dovranno restituire alle comunità una identità attraverso la promozione di attività sociali, culturali ed economiche con particolare attenzione agli aspetti ambientali. L’investimento prevede la predisposizione di programmi urbanistici di rigenerazione urbana partecipati, finalizzati al miglioramento di ampie aree urbane degradate, alla rigenerazione, alla rivitalizzazione economica, con particolare attenzione alla creazione di nuovi servizi alla persona e al miglioramento dell’accessibilità e dell’intermodalità delle infrastrutture anche allo scopo di trasformare territori metropolitani vulnerabili in territori efficienti, sostenibili e produttivi aumentando, ove possibile, il loro valore.

Specifiche della misura

Missione: Inclusione e coesione
Componente: Infrastrutture sociali, famiglie, comunità e terzo settore
Riforma o investimento: Investimento
Organizzazione responsabile: MINISTERO DELL'INTERNO
Tema: Rigenerazione urbana
Priorità diretta: Presenza di elementi di degrado nella zona in cui si vive Giovani
Misura principale: Piani urbani integrati
Territori: Roma Milano Napoli Torino Bari Palermo Catania Bologna Firenze Venezia Genova Messina Reggio di Calabria Cagliari

Perchè  ci interessa

La Misura interessa in quanto intende fornire ai Comuni (con popolazione superiore ai 15.000 abitanti) contributi per investimenti nella rigenerazione urbana, al fine di ridurre le situazioni di emarginazione e degrado sociale nonché di migliorare la qualità del decoro urbano oltre che del contesto sociale e ambientale.

Come  è migliorabile

La misura è migliorabile utilizzando e valorizzando gli strumenti dell’amministrazione condivisa.

Cosa  può fare un ets

L’Ets può condividere con la pubblica amministrazione interessata l’individuazione dei percorsi e delle iniziative da intraprendere, la coprogrammazione e la realizzazione degli interventi.

Come  sta andando

Con decreto del Ministro dell’interno del 22 aprile 2022 sono stati approvati e finanziati complessivamente 31 Piani urbani integrati, individuati nell’elenco definitivo Allegato al decreto, per un importo totale di circa 2,7 miliardi di euro. A questi link i dettagli di TUTTI I PIANI URBANI INTEGRATI  approvati dai quali si evince che in tutti è previsto il coinvolgimento degli ETS.

Il decreto 22 aprile 2022 di assegnazione delle risorse ai soggetti attuatori dei piani integrati selezionati dalle città metropolitane è stato successivamente aggiornato dal decreto 28 aprile 2023.

In tale ambito, il 3 ottobre 2022 Invitalia ha pubblicato 4 procedure di gara per l’aggiudicazione di accordi quadro multilaterali per un massimo complessivo di oltre 1,8 miliardi di euro, per affidare i servizi tecnici e i lavori necessari a realizzare 399 interventi in 13 delle 14 Città metropolitane (Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Reggio Calabria, Roma, Torino, Venezia e Palermo).

Risorse complessive

2704
Mln di €
Totale
2494
Mln di €
Fondi Pnrr
210
Mln di €
Fondo complementare

Andamento annuo delle risorse

Ultime notizie

Modificate le graduatorie dei Piani Urbani Integrati

9.5.2023: il decreto 22 aprile 2022 di assegnazione delle risorse ai soggetti attuatori dei piani integrati selezionati dalle città metropolitane è stato aggiornato dal decreto 28 aprile 2023. Link alla misura

A che punto siamo




Implementazione della misura

Data Testo
22/04/2022

Con decreto del Ministro dell’interno del 22 aprile 2022 sono stati approvati e finanziati complessivamente 31 Piani urbani integrati, individuati nell’elenco definitivo Allegato al decreto, per un importo totale di circa 2,7 miliardi di euro. A questi link i dettagli di TUTTI I PIANI URBANI INTEGRATI  approvati dai quali si evince che in tutti è previsto il coinvolgimento degli ETS.

03/10/2022

Invitalia ha pubblicato 4 procedure di gara per l’aggiudicazione di accordi quadro multilaterali per un massimo complessivo di oltre 1,8 miliardi di euro, per affidare i servizi tecnici e i lavori necessari a realizzare 399 interventi in 13 delle 14 Città metropolitane (Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Reggio Calabria, Roma, Torino, Venezia e Palermo).

09/05/2023

Il decreto 22 aprile 2022 di assegnazione delle risorse ai soggetti attuatori dei piani integrati selezionati dalle città metropolitane è stato aggiornato dal decreto 28 aprile 2023.

 

I provvedimenti

Codice Numero sequenziale Anno Trimestre Commenti (ed eventuali link) Esito*
1001 M5C2-13 2022 T4 Entrata in vigore del piano di investimenti per progetti di rigenerazione urbana nelle aree metropolitane iconCompletato
1002 M5C2-00-ITA-30 2023 T3 Aggiudicazione di lavori pubblici da parte delle 14 Città Metropolitane Da avviare
1004 M5C2-14 2026 T2 Completare le azioni di pianificazione integrata nelle città metropolitane Da avviare

Approfondimenti

Per consultare gli approfondimenti effettua il login.

Per ulteriori informazioni vedi Openpnrr